Oggi vi portiamo alla scoperta di una delle nostre creazioni, o piuttosto un’originale rivisitazione di uno dei biscotti italiani per eccellenza. Fragrante e irresistibile, la storia dei Cantucci al Pistacchio di Stigliano è una linea del tempo che si protrae lungo cinquecento anni circa, quando ancora era lontanissimo dall’essere tale. Percorriamo assieme tutti questi secoli di storia.

La storia dei Cantucci al Pistacchio di Stigliano.

I dubbi attorno a questo biscotto sono davvero molti, a partire dal nome. Secondo alcuni deriva dal latino cantellus, ovvero pezzo di pane; per altri il nome deriva da canto, parola sempre latina che significa invece piccola parte.

Biscotto tipicamente toscano, è attestato che a metà del XVI secolo se ne facesse ampio consumo presso la Corte dei Medici, i quali solo in seguito ne fecero aggiungere le mandorle. Oltre un secolo dopo l’Accademia della Crusca ne fa’ una prima citazione, descrivendoli come un:

Biscotto a fette, di fior di farina, con zucchero e chiara d’uovo.

Due secoli dopo partirono alla volta di Parigi, per presenziare all’Esposizione Universale mentre erano già un grande vanto per tutta l’Italia fondata da pochi anni. Con l’ultimo secolo dello scorso millennio eccoli prodotti lungo tutta la penisola. Solo nel 2016 il Cantuccio toscano ottiene la denominazione IGP. Di poco più recente l’intuizione del nostro fondatore, Giovanni Iannicella, che pensa di unire la fragranza di un biscotto simbolo della gastronomia nazionale al Pistacchio di Stigliano, oro verde della nostra terra e frutto del pistacchieto più grande d’Italia.

cantucci al pistacchio di stigliano

Come consumarli?

I Cantucci al Pistacchio di Stigliano si sposano magnificamente ai vini liquorosi: come il Vin Santo, il Marsala, il Passito o altri stranieri come il Porto o lo Sherry. La massiccia esportazione all’estero ci ha ispirati per consumarlo anche con il tè, il caffè, la panna o qualsiasi crema dolce. Eccoli quindi in alcune interessanti rivisitazioni del tiramisù, anche se su questo punto non saranno certamente d’accordo con noi veneti e friulani.

Vuoi provare la nostra versione esclusiva?

Quello che noi proponiamo ai nostri clienti è un prodotto unico, originale e inimitabile. I Cantucci al Pistacchio di Stigliano contengono anche nocciole e cioccolato, per un prodotto finale che si distingue per dolcezza e profumi. Li vendiamo in confezione da 350 grammi e li sconsigliamo alle persone con allergie e intolleranza al glutine e alla frutta a guscio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Riepilogo Ordine
Non ci sono prodotti nel carrello
Continua a fare acquisti
0
[]